mercoledì 19 ottobre 2016

Da non perdere

mercoledì 28 settembre 2016

Complementi di greco

 Complementi di Greco

Una risorsa utile per tutti gli studenti dei licei classici.

Uno degli incubi degli studenti dei licei classici è la versione dal greco o da latino.

Soprattutto quando si parla del Greco Antico le difficoltà sono evidenti. Si tratta di testi antichi, con riferimenti a fatti del passato e con costrutti lontani dalla lingua attuale.

Sorvolo sull'annosa polemica relativa all'utilità dello studio di una lingua del passato in un mondo sempre più tecnologico. Fatto sta che le versioni di greco sono una realtà ben presente nel panorama scolastico italiano.

Ho pensato di fare cosa utile nel pubblicare una tabella con i complementi e come essi si traducono in greco antico.


L'elenco complemento di come si traducono i complementi di greco.

In allegato il link con il pdf per avere il tutto sempre a disposizione. La prossima versione di greco sarà una passeggiata.

Scarica il pdf

COMPLEMENTI GRECO

Complementi
Caso e preposizione
Abbondanza
Genitivo
D' Agente
Dativo
υπό + Genitivo
Causa Efficiente
Dativo
D'argomento
περί / υπερ + Genitivo
Causa
υπό/ενεκα + Genitivo
Dativo
διά + Acc
Colpa
Genitivo
περί + Genitivo
Compagnia
συν + Dativo
μετά + Genitivo
dativo semplice per termini militari
λαβων / εχων / φερων + Αcc
Denominazione
Genitivo o caso del nome a cui si riferisce
Distanza
Accusativo
Gen + από
Estensione
Acc + acc di relazione το ευρος / το μεχος / το πλατος
Età
Accusativo
Acc con γεγονώς
ανερ / γυνη /παις / γερων + Gen
Fine
εις / επί /προς +Acc
Genitivo+ενεκα
Interesse
Dativo
Gen + προ / υπερ = Vantaggio
Gen + κατά = Svantaggio
Limitazione
Dativo
Stato in luogo
εν / επί / παρά / περί / υπό + Dat
Dativo Locativo ( Epica )
Moto a luogo
εις / προσ /επί / ως( Nomi persona ) + Accusativo
Moto da luogo
από / εκ / εξ + Genitivo
Moto per luogo
διά + Genitivo
Materia
Genitivo
εκ +Genitivo
Aggettivo corrispondente
Mezzo
Dativo
διά + Genitivo
Modo
Dativo
συν + Dativo
εκ / διά / επί + Gen
Origine
Genitivo εκ / από + gen
Paragone
Genitivo
η + caso primo termine
Partitivo
εκ + Genitivo
Genitivo
Pena
Genitivo
Accusativo
Prezzo
Genitivo
περί + Genitivo
Privazione
Genitivo
ανευ + Genitivo
Qualità
Genitivo
Relazione
Accusativo
Separazione
από / εκ+ Genitivo
Genitivo
Tempo determinato
Dativo
εν + Dativo
επί + Genitivo
Genitivo
Tempo continuato
Dativo
Accusativo
παρά + Accusativo

martedì 27 settembre 2016

Europa, la luna di Giove nasconde un oceano

Incredibile, emozionanti le immagini della NASA.

Esse si riferiscono alla scoperta effettuata dagli scienziati americani che attraverso il telescopio Hubble, hanno avuto la prova della presenza di geyser, con pennacchi alti oltre 200 metri.

Sotto la coltre ghiacciata di Europa, quindi ci sarebbero degli oceani.

Fino ad ora erano solo supposizioni quelle degli studiosi, ma ora vi è una certezza.

Europa, quindi potrebbe essere una serie candidata ad ospitare forme di vita, avendo delle caratteristiche simili a quelle terrestri.

Nel video diffuso dalla NASA la spiegazione scientifica, resa però in termini semplici della scoperta




Related: il sito ufficiale della NASA

lunedì 26 settembre 2016

Il video della morte di Keith Lamont Scott

Keith Lamont Scott è l'ultima vittima di una incomprensibile lotta fra Poliziotti e Afro americani.

Il video tratto da Youtube è agghiacciante anche se non chiarisce del tutto la dinamica dell'evento.

Si vedono dei poliziotti che accerchiano l'auto della vittima. Il poliziotto con la body cam gira intorno alla vettura e per un attimo si intravede la sagoma di Lamont.

Le braccia della vittima sembrano essere perpendicolari al corpo, poi gli spari.

L'ennesima vittima ha scatenato disordini a Charlotte.


mercoledì 20 luglio 2016

Conversione di file: niente più problemi

Convertire i vari tipi di file è sempre stata una difficoltà. Ogni volta era necessario scaricare macchinosi e a volte costosi programmi.

Poi sono arrivati i convertitori on line e le cose sono migliorate.

Quello che vi voglio mostrare oggi è però il convertitore dei convertitori, anzi per meglio dire il google dei convertitori.

smile


Si tratta del servizio:

FREE on Line CONVERTER

Da questo portale avrete la possibilità di convertire ogni tipo di file e in ogni formato.

Qualche esempio:

Tutti i formati video
Tutti i formati audio
Tutti i formati documenti
Tutti i formati ebook
Tutti i formati archivio e anche gli hash generator

Più che le parole valgono i fatti. Provatelo e non ve ne pentirete

Somma dei numeri compresi fra due estremi

Un'altra piccola curiosità matematica.


Se volete sommare tutti i numeri compresi fra due estremi , in cui F è il primo numero e L l'ultimo numero dovete fare così:


In pratica se volete sommare i primi 36 numeri, quelli compresi tra F=1 e L=36



e cioè 

( 1296-1+36+1)/2

che è uguale a 666

Per cui 36+35+34+33+....+1=666

Facile vero?




lunedì 18 luglio 2016

Minute de silence

Un minuto di silenzio per le vittime di Nizza.

Oggi a 4 giorni di distanza dalla folle corsa del camion bianco, il mondo e i Francesi in particolare ricordano le vittime innocenti.

minuto di silenzio


Un minuto di silenzio, per riflettere sulla tragedia, un minuto di silenzio per commemorare i morti e per dare il coraggio ai vivi.

Un minuto di silenzio per ricordare, ma anche per dimenticare.

Un minuto di silenzio per pregare

sabato 16 luglio 2016

Criteri di divisibilità dei numeri e scomposizione in fattori

Piccolo aiuto agli studenti alle prese con i criteri di divisibilità e con la composizione dei numeri.



Divisibilità per 2: basta guardare l'ultima cifra del numero, se essa è divisibile per 2 tutto il numero lo è. Es: 602, l'ultima cifra è 2 per cui 602 si può dividere per 2

Divisibilità per 3: basta sommare le cifre del numero dato, se la somma è divisibile per tre, allora lo sarà anche il numero dato.Es: 513 basta sommare 5+1+3=9 che è divisibile per 3 per cui anche 513 lo è

Divisibilità per 4: basta guardare le ultime due cifre del numero dato, se divisibile per 4 lo è anche il numero dato. Es. 5040, le ultime due cifre sono 40 divisibile per 4 per cui lo sarà anche 5040.

Divisibilità per 5: se l'ultima cifra è 0 o 5

Divisibilità per 9 se la somma delle cifre del numero è divisibile per 9. Es: 513, 5+1+3=9, divisibile per 9 per cui lo sarà anche 513

venerdì 15 luglio 2016

Ancora sangue, ancora terrore

Nizza

sabato 2 luglio 2016

L'odio e la matematica

Le notizie di oggi, fatte di stragi, efferati omicidi, sangue e violenza mi hanno un rattristato e non poco.
Quanto odio, quanta malvagità e molto spesso in nome di Dio.



Eppure il mondo dovrebbe essere perfetto, preciso come la matematica.

Il mondo è regolato da leggi fisiche tutte passate al vaglio di equazioni algebriche che le rappresentano con precisione estrema.

Sembra che solo gli uomini sfuggano a questa regola aurea, sembra che solo l'umanità agisca secondo leggi strane e non riproducibili.

L'odio non è matematico e se l'odio è dell'uomo allora l'uomo non è perfetto

lunedì 27 giugno 2016

Papa Francesco e Martin Lutero

Papa Francesco rilegge anche lo scisma luterano.

Bergoglio non smette di sorprendere. In volo dall'Armenia, dopo aver fatto di nuovo irritare i Turchi citando il genocidio di inizio secolo del popolo armeno, ecco che comincia a parlare niente meno che di Martin Lutero.

Bergoglio

L'esordio è tale da fare accapponare la pelle ai Cardinali più tradizionalisti, Papa Francesco, infatti dice che le intenzioni di Lutero non erano affatto malvagie. 

Bergoglio , inserisce le tesi luterane nel contesto di una Chiesa , non proprio modello di virtù. La Chiesa dell'epoca, sempre secondo Papa Francesco, era corrotta, mondana e piena di lotta intestine, per cui l'opera e le tesi di Martin Lutero erano anche un tentativo per scuotere questo stato di cose.

Lutero

Il sasso lanciato da Lutero, le sue critiche sono state poi raccolte da Calvino e dai principi tedeschi che volevano lo scisma. Tesi ardite quelle di Bergoglio, o almeno impensabili fino a qualche anno fa.

Una rilettura della storia della Chiesa, un mea culpa di fronte agli eccessi e ai comportamenti degli ecclesiastici nel corso dei secoli, Bergoglio affronta tutti i temi con una visione nuova, critica.
Anche le sue critiche, però,  hanno uno scopo che è quello di far notare la differenza con la Chiesa attuale. Riconoscere gli errori vuol dire che la Chiesa ha intenzione di migliorarsi, ha intenzione di partire dagli sbagli del passato per giungere a una nuova consapevolezza più vicina agli insegnamenti di Cristo.

venerdì 24 giugno 2016

Gauss e la via alternativa

Johann Carl Friederich Gauss è probabilmente il più grande matematico di tutti i tempi. Innumerevoli le sue scoperte, dalla dimostrazione del teorema fondamentale dell'algebra, alla teoria dei numeri, senza contare il fondamentale impulso dato all'astronomia e alla statistica.

Non per niente Gauss viene definito il Principe dei Matematici.

Gauss

Le scoperte di Gauss sono ormai patrimonio dell'umanità, ma oggi di Gauss voglio ricordare il più famoso aneddoto che lo riguarda che ci può dare lo spunto per altre riflessioni.

Questo l'aneddoto:

Gauss ha 9 anni. A scuola il professore di matematica, tale J.G Buttner è infastidito dal vociare dei bambini. Volendo zittirli per un po' gli assegna un compito facile, ma in grado di tenerli buoni per una buona mezzora. Buttner dice ai suoi alunni di sommare i numeri da 1 a 100.

Dopo un paio di minuti Gauss è in piedi vicino alla cattedra. Buttner guarda torvo l'insolente bambino, che, però ha in mano un foglio con su scritta la soluzione:5050

Non è dato di sapere con certezza come il piccolo Gauss riuscì a dare la risposta in tempi così brevi. Probabilmente egli riuscì a capire che la somma di 100+1 era 101 così come 99+2, 98+3 e così via per 50 volte, per cui era semplice moltiplicare 101 per 50 e avere la soluzione del problema.

Il fatto di aver trovato un modo, un metodo alternativo, alla mera somma di 1+2+3+...+100, costituisce quella che viene chiamata per l'appunto la via alternativa.
In ogni problema sia esso psicologico, scientifico, letterario esiste sempre un altro modo, un'altra strada per affrontarlo. Certo ci vuole una certa apertura mentale e una buona dose di intelligenza, ma questo ci deve spronare a trovare la via alternativa in ogni aspetto della nostra vita. A volte le soluzioni sono più semplici e rapide di quanto ci possiamo aspettare, basta cercarle.

domenica 1 maggio 2016

Ganbatte Kudasai

Metticela tutta in Giapponese

mercoledì 16 marzo 2016

Come incrementare le visite al blog

Credo che questo sia il tipo di post più diffuso sul web.

Tutti coloro che aprono un blog hanno il desiderio di essere letti. Nulla di più frustrante che scrivere un post e vedere che nessuno ci capiti sopra, nemmeno per sbaglio, che Google non se lo fili proprio Un blog, insomma che non legge nemmeno tua madre o tua sorella.




Cominci allora a cercare delle strategie, delle dritte per capire come fanno alcuni che pubblicano delle amene sciocchezze ad avere migliaia di visualizzazioni.

Il consiglio numero 1 è sempre lo stesso: scrivere contenuti di qualità. 


  • lapalissiano, ma sicuramente vero. Certo se mi metto a copiare o scrivo giusto due righe è più che probabile che nessuno mi legga. E' anche vero, però che il web è pieno di blog o siti con contenuti veramente notevoli, ma con poco traffico e altri veramente penosi con tante visite. Volendo rimanere nel "giusto mezzo" diciamo che è condizione necessaria, ma non sufficiente scrivere bene avendo contenuti di valore
Il consiglio numero 2 è:

  • scegliere argomenti interessanti. Anche qui siamo all'ovvio, ma chi scrive in un blog,  tratta di argomenti che lo interessano. Nulla può fare se gli stessi o sono tropo inflazionati o non interessano. La soluzione è quella di  studiare. Specializzarsi in un argomento di nicchia e trattare dello stesso. Difficile? Sì, penso proprio di sì.

Il consiglio numero 3 è diffondere:

  • Se Maometto non va alla montagna, se, cioè nessuno capita sul tuo blog allora devi essere tu che devi andare dai tuoi potenziali lettori. Il mezzo è quello dei Social (Facebook, Twitter, Pinterest) o degli aggregatori di notizie ( Ok Notizie, Diggita,Fai Informazione). Iscriversi a gruppi, forum, che trattano degli argomenti del tuo blog e postare sugli stessi. Strategia semplice che porta a qualche risultato, ma che non risolve il nostro problema di visibilità.
Il consiglio numero 4 è:

  • Scrivere spesso, tenere il blog aggiornato, commentare negli altri blog. La cosa è fattibile, ma il tempo da dedicare comincia a essere tanto, forse troppo.
Conclusione:

Gli ingredienti di cui sopra sono classici e conosciuti. Formule magiche non ve ne sono, diciamo che ci vuole tanta applicazione, tanta costanza e forse  un pizzico di fortuna

Il pastore della meraviglia

A Napoli il presepe è più di una tradizione soprattutto per quelli della mia età.


Nella mia infanzia, la costruzione del presepe era un appuntamento che aspettavo con ansia.

pastore della meraviglia

Vedevo mio padre cominciare a inizio novembre a trasportare in casa pezzi di legno e di sughero e capivo che ormai l'ora era giunta.
Papà declamava le sue intenzioni costruttive, come un architetto che spiega il suo progetto.
" Quest'anno il presepe lo faccio diverso. Le grotte a destra e tutto il paese a sinistra"
Io e le mie sorelle incantati davamo la nostra incondizionata e non richiesta approvazione.
Solo mamma sembrava non essere particolarmente felice. Sapeva che per un mese e mezzo la casa sarebbe stata invasa da polvere e da puzza di colla.
Dopo una rapida consultazione con mia madre si liberava un pezzo del salotto per fare spazio al presepe. Ogni sera, ma soprattutto nei fine settimana cominciava il lavoro. Prima il progetto, poi lo scheletro e così giorno dopo giorno il presepe prendeva forma.
Le montagne, le grotte . Poi i particolari, le strade, l'illuminazione, i decori.

Restavo incantato a guardare, mi sembrava di assistere a qualcosa di  magico.

Quando ormai il presepe era finito veniva il momento in cui noi bambini diventavamo protagonisti: la posa dei pastori.

Dalla soffitta veniva tirata giù la scatola con le statuine ognuna avvolta con cura in un foglio di giornale.

Cominciavamo a scartarle ed ecco che comparivano gli zampognari, il cacciatore, la Madonna, San Giuseppe, gli angeli, e tutta una serie di pastori.
C'era quello con la pecorella sulle spalle, Benito il pastore dormiente, il pescatore, il caldarrostaio, il pescivendolo.
 Il pastore che mi piaceva di più è quello che a Napoli chiamiamo "il pastore della meraviglia". Esso è raffigurato quasi sempre con le mani alzate e la bocca aperta  con l'espressione tipica di chi assiste a qualcosa di fenomenale e inaspettato.

Oggi sulla mia scrivania fa bella presenza proprio questa statuina Mi fa compagnia e mi fa ricordare i tempi passati.

Numeri

La mia vita è fatta di numeri.

Ho avuto sempre un'incredibile dote che è quella di ricordare tutti i numeri che incontravo.

Li leggo e li memorizzo. Essi cominciano a far parte della mia vita, compagni più indissolubili di un matrimonio cristiano.


Quando non mi servono più li vorrei scacciare, vorrei cacciarli via, anche in malo modo.

Loro no, non se ne vogliono andare e rimangono fissati, scolpiti nella mia memoria.

E così si fanno compagnia vecchi numeri telefonici, targhe di auto, date di nascita. Non sembrando soffrire del sovraffollamento, anzi cercano sempre nuove compagnie.

Sono anche giocherelloni i miei numeri, ogni tanto fanno capolino, si presentano prepotenti e mi fanno ricordare il tempo passato, anche quello che vorrei tenere chiuso in un'ermetica scatola.

Compagni numeri ogni tanto vi odio, ma non posso fare a meno di voi.

Il riposo di un non guerriero

Animus pugnandi, efficienza, motivazione quante cose ci sono richieste in questo mondo moderno.
biblioteca

Per chi non ha voglia di combattere, la sconfitta è assicurata.

Non c'è una via di mezzo: ogni mattina devi indossare la tua corazza e affrontare il mondo. Piccole battaglie, per carità tipo la sveglia che non suona o la colazione fatta in fretta o furia.
Quando sei per strada è il traffico il tuo peggior nemico o i mezzi pubblici che non passano mai.

Arrivi al lavoro, se hai la fortuna di averlo e affronti colleghi e capi. Una vasta umanità fatta di invidiosi, gelosi e depressi. Dovranno pur passare le 8 o 10 ore che devi passare in loro compagnia. 
Ma poi sai che dovrai riaffrontare il traffico, dovrai aspettare i mezzi pubblici, fare a gomitate, sentire l'olezzo rivoltante dei tuoi vicini.

La ricompensa di tutto questo combattere è il ritorno a casa dove ti aspettano i tuoi familiari anch'essi stanchi e arrabbiati che aspettano te per sfogare tutta la loro rabbia repressa.

Il letto è l'ultima spiaggia. Poche ore di sonno agitato e la battaglia ricomincia. Uguale a quella del giorno precedente come in un infernale girone dantesco.

Resistere, combattere o abbandonarsi e lasciarsi andare?

martedì 15 marzo 2016

Elettricità

Non so proprio spiegarlo, ma è quella sensazione che d'improvviso ti prende. E' come se il tuo corpo fosse attraversato da milioni di fili elettrici impazziti. Una corrente prima calda, poi fredda ti attraversa il corpo,
Il primo organo che reagisce è lo stomaco.
No, non è un crampo, nè un dolore, ma una sensazione di vuoto, di nodo, di peso.

Subito è la testa a farsi sentire.

Un cerchio doloroso, intenso sottile, persistente. Un calore che ti prende le gote e il collo. Le orecchie si fanno di fuoco.

Cominci poi a sentire un ronzio incessante. un frastuono che ti intorpidisce, ma che nello stesso tempo ti fa impazzire.

Infine le gambe. I quadricipiti sembrano stretti in una morsa avvolgente. Fai fatica a stare seduto. Vorresti alzarti, ma le gambe ti respingono.

La chiamano ansia. Per me è la schifezza della vita.

C'è da fare quello che c'è da fare

Non esiste metodo alcuno, ma solo la triste esperienza di colui che tocca con mano la cattiveria del cuore umano.
Ti accorgi di esistere solo perché le tue mani sono fredde come il marmo e il tuo stomaco è come se avesse ricevuto mille pugni.
Un ronzio incessante colpisce la tua testa mentre il disgusto prende il sopravvento.

martedì 16 febbraio 2016

Un servizio PDF esclusivo

Navigando, navigando mi sono imbattuto in un servizio veramente esclusivo.

Sto parlando di A-PDF (questo il sito web  http://www.a-pdf.com/index.htm)

Con questo programma non avrete più problemi con i vostri PDF, potrete unirli, aggiungere pagine, estrarre stringhe, rimuovere password, editare.

Non esiste in commercio un prodotto migliore di questo. I PDF non saranno più un problema per voi o per la vostra azienda.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...