mercoledì 8 gennaio 2020

La sofferenza concime della felicità

La sofferenza concime della felicità

Molti di noi hanno attraversato periodi della vita in cui la vita sembra accanirsi contro.

Lutti, separazioni, malattie, l'elenco delle sofferenze è lungo e vario.

Molto spesso ci sono delle incredibili coincidenze per cui questi eventi si presentano tutti in una volta provocando una vera e propria esplosione emotiva dentro di noi.

Quando la vita ti presenta questo conto diventa difficile proseguire. Le forze si esauriscono, la vita stessa perde significato. Il dolore e la sofferenza pervadono interamente il tuo corpo e la tua anima.

Le persone intorno a te ti invitano a reagire a provare a guardare avanti, ma le parole lasciano il tempo che trovano. Sei solo con la tua sofferenza, il tuo dolore, la tua tristezza infinita.

Un'altro degli slogan che ascolti dai consiglieri e dagli amici è che il tempo guarirà tutte le ferite.

Il tempo!

Quando sei triste e addolorato il tempo rallenta fino quasi a fermarsi, le prospettive diventano buie, il futuro perde significato.

Che fai allora? 

  • Ti chiudi in te stesso

Una delle reazioni più comuni è proprio questa. Cerchi di crearti una corazza che possa difenderti dai colpi del destino. Il tuo fisico si predispone in questo senso. La tua postura si piega, il tuo volto si affila. Le tue reazioni sono lente.
Spesso dormi o almeno cerchi di dormire per far trascorrere il tempo, per costringere il fisico a non subire gli attacchi delle emozioni.
Tutto ciò accade soprattutto di sera. Durante il periodo delle feste poi vorresti andare in letrago per non pensare, per non soffrire più.


  • Ti sfoghi con tutti

In pratica diventi come il personaggio di Lello Arena nel film "Scusate il ritardo". Parli con tutti delle tue disavventure, del tuo amore perduto, del tuo lutto, del tuo licenziamento. Gli amici ti sono vicini, ti ascoltano per un pò poi cominciano ad evitarti. Non ci sono più argomenti di discussioni con te:parli sempre della stessa cosa. Sei ripetitivo fino alla noia, fino allo sfinimento fisico delle persone che ti stanno accanto. Questo rimuginio per un pò ti fa stare bene, ti dà l'impressione di sfogarti. In realtà non ti fornisce soluzioni, ma ti fa restare all'interno del tuo pèroblema senza che nessun passo avanti venga fatto.

  • Cerchi rimedi

Il primo rimedio quello per eccellenza è lo psicoterapeuta. Il consiglio degli amici è "Fatti aiutare". All'inizio lo eviti, sei sicuro che tu possa farcela da solo poi cedi sotto i colpi incessanti del tuo stato d'animo. Ed ecco che ti trovi di fronte quest'uomo o questa donna che dovrebbe rappresentare la soluzione ai tuoi problemi. Sei scettico, pensi come può una persona senza strumenti medici farti dimentiocare la tua amata o farti trovare un posto di lavoro?
Parl, parli, parli e spendi anche parecchi soldi. Gli appuntamenti si susseguono settimana dopo settimana. Le tue finanze si prosciugano. Pensi di stare meglio in alcuni giorni, in altri stai da schifo. Provi a chiamare il tuo guru che spesso non ti risponde. I rimedi sono i classici. Respira, passegia, riprendi in mano la tua vita. Fiducia, autostima, la vita non finisce, la vita vale la pena essere vissuta. Le senti tutte, ma non è che sei convinto più di tanto

La sofferenza è il concime della felicità.


Questa è la frase che mi ronza in testa stamattina.Una cara amica me l'ha scritta su Whatsapp. Ho preso queste poche parole e ho cominciato a scrivere questo post. Senza un perchè, senza un motivo apparente che non sia forse quello di sfogarmi.

La sofferenza concime della felicità


Boh! Non lo so credo che un fondo di verità ci sia nel senso che nel momento in cui per qualsiasi ragione, per qualsiasi evento che ntervenga nella tua vita che faccia solamente interrompere il flusso del dolore e della tristezza, ebbene l'impressione che ne trarrai sarà di quella di vera felicità

La felicità in fondo è proprio questo. L'intervallo tra due sofferenze.

Se guardo alla mia vita attuale ho accumulato così tanto concime da poter eliminare la desertificazione nel Sahara.


La sofferenza concime della felicità


Oggi è proprio una giornata no, una di quelle dove la nostalgia dei tempi che furono mi ha preso dal profondo del cuore e mi soffoca l'anima.
Il respiro è corto, la sofferenza si trasforma in un fatto fisico. Una strana corrente attraversa tutto il mio corpo. Il cuore batte in maniera strana. Una volta lo senti alla gola, un'altra nella testa. Pum, pum un tamburo incessante, una grancassa che suona una nenia ininterotta all'interno di te stesso.
Passerà! Deve passare, ma quanto è difficile e come è lento questo trascorrere del tempo.

mercoledì 19 ottobre 2016

Da non perdere

mercoledì 28 settembre 2016

Complementi di greco

 Complementi di Greco

Una risorsa utile per tutti gli studenti dei licei classici.

Uno degli incubi degli studenti dei licei classici è la versione dal greco o da latino.

Soprattutto quando si parla del Greco Antico le difficoltà sono evidenti. Si tratta di testi antichi, con riferimenti a fatti del passato e con costrutti lontani dalla lingua attuale.

Sorvolo sull'annosa polemica relativa all'utilità dello studio di una lingua del passato in un mondo sempre più tecnologico. Fatto sta che le versioni di greco sono una realtà ben presente nel panorama scolastico italiano.

Ho pensato di fare cosa utile nel pubblicare una tabella con i complementi e come essi si traducono in greco antico.

La tabella scaricabile in pdf, vi aiuterà a tradurre e a passare velocemente lo scoglio di una traduzione dal greco.

Cari stuidenti non perdete altro tempo approfittate di questa occasione. Il greco con questo aiuto non sarà più un ostacolo.


L'elenco complemento di come si traducono i complementi di greco.

In allegato il link con il pdf per avere il tutto sempre a disposizione. La prossima versione di greco sarà una passeggiata.

Scarica il pdf

COMPLEMENTI GRECO

Complementi
Caso e preposizione
Abbondanza
Genitivo
D' Agente
Dativo
υπό + Genitivo
Causa Efficiente
Dativo
D'argomento
περί / υπερ + Genitivo
Causa
υπό/ενεκα + Genitivo
Dativo
διά + Acc
Colpa
Genitivo
περί + Genitivo
Compagnia
συν + Dativo
μετά + Genitivo
dativo semplice per termini militari
λαβων / εχων / φερων + Αcc
Denominazione
Genitivo o caso del nome a cui si riferisce
Distanza
Accusativo
Gen + από
Estensione
Acc + acc di relazione το ευρος / το μεχος / το πλατος
Età
Accusativo
Acc con γεγονώς
ανερ / γυνη /παις / γερων + Gen
Fine
εις / επί /προς +Acc
Genitivo+ενεκα
Interesse
Dativo
Gen + προ / υπερ = Vantaggio
Gen + κατά = Svantaggio
Limitazione
Dativo
Stato in luogo
εν / επί / παρά / περί / υπό + Dat
Dativo Locativo ( Epica )
Moto a luogo
εις / προσ /επί / ως( Nomi persona ) + Accusativo
Moto da luogo
από / εκ / εξ + Genitivo
Moto per luogo
διά + Genitivo
Materia
Genitivo
εκ +Genitivo
Aggettivo corrispondente
Mezzo
Dativo
διά + Genitivo
Modo
Dativo
συν + Dativo
εκ / διά / επί + Gen
Origine
Genitivo εκ / από + gen
Paragone
Genitivo
η + caso primo termine
Partitivo
εκ + Genitivo
Genitivo
Pena
Genitivo
Accusativo
Prezzo
Genitivo
περί + Genitivo
Privazione
Genitivo
ανευ + Genitivo
Qualità
Genitivo
Relazione
Accusativo
Separazione
από / εκ+ Genitivo
Genitivo
Tempo determinato
Dativo
εν + Dativo
επί + Genitivo
Genitivo
Tempo continuato
Dativo
Accusativo
παρά + Accusativo

martedì 27 settembre 2016

Europa, la luna di Giove nasconde un oceano

Incredibile, emozionanti le immagini della NASA.

Esse si riferiscono alla scoperta effettuata dagli scienziati americani che attraverso il telescopio Hubble, hanno avuto la prova della presenza di geyser, con pennacchi alti oltre 200 metri.

Sotto la coltre ghiacciata di Europa, quindi ci sarebbero degli oceani.

Fino ad ora erano solo supposizioni quelle degli studiosi, ma ora vi è una certezza.

Europa, quindi potrebbe essere una serie candidata ad ospitare forme di vita, avendo delle caratteristiche simili a quelle terrestri.

Nel video diffuso dalla NASA la spiegazione scientifica, resa però in termini semplici della scoperta




Related: il sito ufficiale della NASA

lunedì 26 settembre 2016

Il video della morte di Keith Lamont Scott

Keith Lamont Scott è l'ultima vittima di una incomprensibile lotta fra Poliziotti e Afro americani.

Il video tratto da Youtube è agghiacciante anche se non chiarisce del tutto la dinamica dell'evento.

Si vedono dei poliziotti che accerchiano l'auto della vittima. Il poliziotto con la body cam gira intorno alla vettura e per un attimo si intravede la sagoma di Lamont.

Le braccia della vittima sembrano essere perpendicolari al corpo, poi gli spari.

L'ennesima vittima ha scatenato disordini a Charlotte.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...