mercoledì 16 marzo 2016

Come incrementare le visite al blog

Credo che questo sia il tipo di post più diffuso sul web.

Tutti coloro che aprono un blog hanno il desiderio di essere letti. Nulla di più frustrante che scrivere un post e vedere che nessuno ci capiti sopra, nemmeno per sbaglio, che Google non se lo fili proprio Un blog, insomma che non legge nemmeno tua madre o tua sorella.




Cominci allora a cercare delle strategie, delle dritte per capire come fanno alcuni che pubblicano delle amene sciocchezze ad avere migliaia di visualizzazioni.

Il consiglio numero 1 è sempre lo stesso: scrivere contenuti di qualità. 


  • lapalissiano, ma sicuramente vero. Certo se mi metto a copiare o scrivo giusto due righe è più che probabile che nessuno mi legga. E' anche vero, però che il web è pieno di blog o siti con contenuti veramente notevoli, ma con poco traffico e altri veramente penosi con tante visite. Volendo rimanere nel "giusto mezzo" diciamo che è condizione necessaria, ma non sufficiente scrivere bene avendo contenuti di valore
Il consiglio numero 2 è:

  • scegliere argomenti interessanti. Anche qui siamo all'ovvio, ma chi scrive in un blog,  tratta di argomenti che lo interessano. Nulla può fare se gli stessi o sono tropo inflazionati o non interessano. La soluzione è quella di  studiare. Specializzarsi in un argomento di nicchia e trattare dello stesso. Difficile? Sì, penso proprio di sì.

Il consiglio numero 3 è diffondere:

  • Se Maometto non va alla montagna, se, cioè nessuno capita sul tuo blog allora devi essere tu che devi andare dai tuoi potenziali lettori. Il mezzo è quello dei Social (Facebook, Twitter, Pinterest) o degli aggregatori di notizie ( Ok Notizie, Diggita,Fai Informazione). Iscriversi a gruppi, forum, che trattano degli argomenti del tuo blog e postare sugli stessi. Strategia semplice che porta a qualche risultato, ma che non risolve il nostro problema di visibilità.
Il consiglio numero 4 è:

  • Scrivere spesso, tenere il blog aggiornato, commentare negli altri blog. La cosa è fattibile, ma il tempo da dedicare comincia a essere tanto, forse troppo.
Conclusione:

Gli ingredienti di cui sopra sono classici e conosciuti. Formule magiche non ve ne sono, diciamo che ci vuole tanta applicazione, tanta costanza e forse  un pizzico di fortuna
blog comments powered by Disqus
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...