mercoledì 27 luglio 2011

L'amore non invecchia


Erano i capei d'oro a l'aura sparsi
che 'n mille dolci nodi gli avolgea,
e 'l vago lume oltra misura ardea
di quei begli occhi ch'or ne son sì scarsi;

e 'l viso di pietosi color farsi,
non so se vero o falso, mi parea:
i' che l'esca amorosa al petto avea,
qual meraviglia se di subito arsi?

Non era l'andar suo cosa mortale
ma d'angelica forma, e le parole
sonavan altro che pur voce umana;
uno spirto celeste, un vivo sole
fu quel ch'i' vidi, e se non fosse or tale,
piaga per allentar d'arco non sana.

“Erano i capei d’oro a l’aura sparsi” è una delle poesie d’amore più belle  del Canzoniere di Francesco Petrarca.
Il poeta ci spiega, come il suo sentimento vada al di là della bellezza fisica di Laura che sta progressivamente svanendo con il passare degli anni.

All’inizio del sonetto Petrarca ricorda l’episodio del suo innamoramento; il giovane poeta era già predisposto a ricevere l’amore e addirittura era per lui impossibile resistergli; è quindi alla sola vista della splendida donna nacque la sua passione per lei.

Si sofferma,dunque,sui particolari aspetti fisici di Laura che l’avevano attratto,non dimenticando di sottolineare come ora, a causa dello scorrere degli anni, non siano più tali.

Il poeta la paragona persino ad una creatura divina, per il suo elegante modo di camminare, e per la sua voce angelica.
La conclusione della poesia,però, ci trasporta in un’altra dimensione dell’amore.

Quello della grandezza di un sentimento che supera i cambiamenti fisici portati dalla vecchiaia, è racchiuso dal poeta in una semplice metafora.
Nell’ultima terzina,infatti, Petrarca dice che una ferita non guarisce solo perché l’arco che ha scoccato la freccia si allenta; e così anche il suo amore per Laura non può perire solo perché la bellezza della donna sta svanendo.

Oltre a parlare di una sua esperienza personale il poeta con questa poesia vuole porsi come esempio per tutti i suoi lettori.
Una stupenda passione amorosa e un’importante messaggio:

il tempo fa invecchiare e quindi fa cambiare tutti,indistintamente; nessuno può sfuggire a questa legge della natura. Non dobbiamo,quindi, cercare di avere intorno a  noi delle persone che sono solo belle fuori; ma dobbiamo tenere con noi quelle persone che sono capaci di farci stare bene e di farci sentire felici.
blog comments powered by Disqus
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...