lunedì 20 aprile 2009

Informazione importante sulle carte d'identità

L'anno scorso il DL n°112 del 24 giugno ha prolungato la validità
delle carte d'identità, portandola da 5 a 10 anni. Qusta validità
decennale viene applicata anche alle carte d'identità ancora valide al
25 giugno 2008. Quindi, ad esempio , se abbiamo un documento
rilasciato nel 2004, non dobbiamo rinnovarlo quest'anno ma nel 2014.Un
bel risparmio di tempo e denaro.Ma attenzione, sulla vecchia carta
d'identità la cui validità è stata prolungata dal DL e che oggi
risulterebbe scaduta, dobbiamo far apporre un timbro dal Comune che
riporti un riferimento alla legge in questione, la data e la firma del
sindaco. Ma di questo timbro certificativo non si parlava nel Dl. Vi
si è fatto riferimento solo in una circolare del Ministero
dell'Interno.
In realtà, anche senza il timbro la carta è comunque valida , proprio
in base a questa legge, ma potrebbero sorgere dei problemi, come è
successo spesso in questi giorni,negli aeroporti. Alcune compagnie
aeree hanno rifiutato l'imbarco ai passeggeri che non avevano questo
timbro sul documento e questi viaggiatori hanno perso il volo e i
soldi del biglietto.Ci sono compagnie che non ci fanno caso, ma se ci
capita quella più pignola potremo trovarci in una situazione
spicevole.Potrebbero sorgere problemi anche per le prossime elezioni e
referendum.E' meglio controllare il nostro documento e, se emesso
prima del Dl, alla data di quella che doveva essere la scadenza,
andare a farci mettere il timbro al Comune. In pratica, al Comune
dobbiamo andarci lo stesso ,ma invece di rinnovare il documento
dobbiamo far apporre il timbro. Naturalmente il problema non sorge per
le carte d'identità rilasciate dopo l'entrata in vigore della legge
che già riportano la data di scadenza decennale.

sabato 11 aprile 2009

Buona Pasqua,Happy Easter....


Buona Pasqua, Happy Easter,Boa Pascoa, Joyeuses Paques, Frohe Ostern, Feliz Pascua
from:Naples (Italy)



lunedì 6 aprile 2009

SVISTE, ERRORI ARBITRALI,GOL ANNULLATI, RIGORI INESISTENTI, PENSAVATE DI AVER VISTO TUTTO ? LEGGETE QUA

Dopo ogni partita di calcio tutti abbiamo qualcosa da ridire, a volte
ci sono errori arbitrali così macroscopici da innescare infinite
polemiche e incendiare gli animi dei tifosi. Altre volte assistiamo a
gesti atletici veramente da incorniciare oppure a strafalcioni dei
giocatori degni di Paperissima. Ma se provate a leggere il libro "
Tutte Palle" del giornalista Massimo M. Veronese, scoprirete episodi
,veramente accaduti nel mondo del calcio, che vi sorprenderanno. Ecco
alcuni esempi : nell'incontro del campionato inglese fra Stocksbridge
Steel e Witton Albion il portiere dello Stocksbridge è stato
dimenticato in campo mentre tutti i giocatori e l'arbitro si erano
ritirati negli spogliatoi dopo la sospensione della gara per la fitta
nebbia. Il portiere credeva che gli altri stessero continuando a
giocare ed è stato recuperato solo dopo che gli altri hanno notato la
sua assenza. Un altro portiere è il protagonista di questo episodio
:Nell'intervallo tra i tempi supplementari di un'incontro della Coppa
di Norvegia, Olav Fiske, portiere del Surnadal, per un bisogno
impellente si è appartato dietro la sua porta, senza accorgersi che
intanto la partita era ricominciata. Gli avversari , vedendo la porta
vuota hanno segnato , vincendo la partita. L'incontro tra Arsenal e
Leicester era sullo 0-0. Quando l'arbitro ha fischiato la fine, un
giocatore dell'Arsenal ha scagliato la palla nella propria porta per
la rabbia. Solo che non era stato l'arbitro a fischiare ma un tifoso.
Al vero fischio di chiusura dopo pochi secondi, la partita è
terminata 1-0 per il Leicester ! In Belgio , invece, una partita di
coppa Uefa tra Anderlecht e Lens era sull'1-0 per l'Anderlecht e la
squdra stava facendo melina in attesa della fine dell'incontro. Ma
quando un difensore ha appoggiato la palla al proprio portiere, questa
,inspiegabilmente, ha preso una traiettoria diversa ed è finita in
rete per autogol. La partita è finita in parità, solo dopo si è
scoperto che il pallone era stato deviato in rete da un sasso
scagliato da un tifoso. Infine, ancora in Gran Bretagna, un arbitro,
impietosito perchè una delle squadre stava perdendo 18 -0, a 10 minuti
dalla fine ha intercettato il pallone e lo ha scagliato in rete,
segnando il gol della bandiera. E' stato sospeso poi dalla Federazione
arbitri e si è dimesso per protesta.
Potrete trovare nel divertente volume ancora altre chicche, tutte col
sapore dell'incredibile :un aereo abbattuto con un tiro, un giocatore
messo ko dalla scarpa sfuggita a un avversario, una partita decisa
solo al 66° rigore, una squadra che fa 149 autogol per
protesta...insomma gli errori, gli svarioni non servono solo a farci
arrabbiare, possono anche farci sorridere e aiutarci a non prendere il
gioco del calcio troppo sul serio.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...